LA TUTELA DELL’AMBIENTE
Andare in montagna significa conoscerla e amarla, dunque difenderla: non è difficile trovare una relazione
diretta tra lo studio di un ambiente, la sua conoscenza ed il prodigarsi per la tutela di un qualcosa che ha un
valore incalcolabile e che, una volta conosciuto e apprezzato, difficilmente si sente estraneo. Dietro le
apparenze grandiose si nasconde un ambiente fragile nei suoi equilibri, che soffre il turismo di massa,
l’inquinamento, lo sfruttamento indiscriminato di tutte le sue risorse, ... La tutela di queste risorse, il
rispetto e lo sviluppo sostenibile di queste aree costituiscono un dovere che il CAI, riconosciuto dal
Ministero dell'Ambiente quale associazione ambientalista di interesse nazionale, ha nel cuore. “Tutela”
significa prendere coscienza che siamo parte di quello stesso ambiente che minacciamo e che distruggendo
l’ambiente non facciamo altro che distruggere noi stessi.

Leggi tutto ....

Notizie ed Eventi


Al Duca degli Abruzzi in mostra alcune foto di Fosco Maraini

Da sabato 17 Luglio alcune foto di Fosco Maraini saranno in mostra al rifugio Duca degli Abruzzi al ....

Da sabato 17 Luglio alcune foto di Fosco Maraini saranno in mostra al rifugio Duca degli Abruzzi al Lago Scaffaiolo.
L'evento nasce da una collaborazione tra CAI Garfagnana e gestori del rifugio nell'ambito delle manifestazioni che ogni anno ricordano Fosco, grande fotografo, alpinista, scrittore e studioso delle culture orientali.
Immagini di Dolomiti, di Cina e di mare, poi la storica foto della "Colonnata d'alberi di Vallombrosa" che vedete già qui nella locandina.
Per andare a vedere la mostra --> http://www.rifugiolagoscaffaiolo.it/

VEDI LA LOCANDINA

Assemblea straordinaria per acquisto nuova sede CAI 21_luglio ore_20.45

Il Consiglio Direttivo della Sezione CAI di Bologna “Mario Fantin” CONVOCA LA ASSEMBLEA STRAOR ....

Il Consiglio Direttivo della Sezione CAI di Bologna “Mario Fantin”

CONVOCA LA

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

che si terrà in prima convocazione MARTEDÌ 20 luglio alle ore 6:00

e in seconda convocazione

MERCOLEDÌ 21 LUGLIO 2021

alle ore 20:45

presso il Centro Sociale Montanari in via di Saliceto 3/21, Bologna

con il seguente ordine del giorno:

  1. Proposta di acquisto nuova sede della sezione

  2. Accensione mutuo

  3. Comunicazioni del Presidente

Il Presidente

Stefano Osti

L’assemblea si svolgerà seguendo le norme Covid vigenti

Vedi Documento pdf

1 -Nuova sede proposta

2- Nuova sede proposta

IL CAI TI ….. ATTENDA

Dopo tanto COVID, la voglia di andar per monti a lungo compressa reclama il suo spazio. Ritrovandoc ....

Dopo tanto COVID, la voglia di andar per monti a lungo compressa reclama il suo spazio.

Ritrovandoci al CAI, abbiamo cercato di capire come creare occasioni per soddisfarla e condividerla.

Costruire a freddo una lista chiusa di eventi non ci è sembrato il modo migliore. Si rischia che contino troppo le preferenze di chi la compila, e troppo poco quelle di chi dovrebbe aderire.

Abbiamo così pensato che occorre innanzitutto costruire occasioni affinché il gruppo sia un modo per entrare in contatto, scambiarsi idee ed esperienze, darsi una mano per organizzare le cose al meglio, e poi andare per l’avventura che si preferisce. Forse è questa la premessa giusta per arrivare a comporre programmi di attività basati su interessi reali e diffusi.

Così ci è sembrato naturale riproporre una vecchia usanza del CAI Bologna, cioè l’organizzazione di un “campeggio alpino”. Lo immaginiamo come un contesto dove al mattino si parte per affrontare il percorso che si è scelto e al tramonto ci si ritrova per birra e grigliate. Abbiamo individuato un periodo, la settimana dopo Ferragosto 2021 (16/22 agosto), e un luogo, il gruppo del GRAN SASSO. Questa scelta ha molteplici ragioni: un piccolo contributo per far rivivere appieno luoghi martoriati dai terremoti, la vastissima gamma di attività che consente, la presenza di tanti spazi ancora poco battuti dal turismo di massa, il fatto che potrebbe ridurre al minimo il rischio, inevitabile sull’arco alpino e dolomitico, delle piogge di mezza giornata.

L’idea è di piazzarsi in un campeggio (con trattoria) in prossimità di un borgo di pietra incontaminato, Santo Stefano di Sessanio (AQ). Ognuno con la sua tenda, libero di partecipare per tutta la settimana o solo per qualche giorno. E intorno, a poche decine di minuti, la partenza per vie di arrampicata sportiva, vie di roccia, ferrate, trekking più o meno impegnativi. Con un’ora di macchina si arriva poi al massiccio ancora più selvaggio del Velino-Sirente, con un’ora e mezza si è sulla Maiella o, volendo, a fare il bagno a mare.

Siamo in ritardo, dobbiamo decidere in fretta, la morsa del COVID si è allentata da poco e decidersi sapendo di passare giorni senza il materasso con memory foam, il bagno sala di lettura, la doccia sempre pronta, il delivery che porta la spesa e pure la pizza è difficile. Offriamo però un’esperienza per chi si sa adattare, che non teme lo scroscio d’acqua, la fila per fare il bucato, il duro sotto il cuscino o il cielo nero sopra la testa, e la compensiamo con tanta roccia e …. tanti arrosticini!

Lanciando questo appello, ci diamo quindici giorni per misurarne il gradimento e raccogliere le adesioni Il 27 luglio tireremo le conclusioni. Se ci sarà stato un interesse sufficiente a dare consistenza all’iniziativa (almeno 6 tende, partiamo da 2 sicure) vedremo come fare il punto organizzativo, se in sede o via ZOOM.

Dell’iniziativa ci siamo fatti promotori noi, Mauro Pini e Maurizio Giulimondi: nostre sono le prime 2 tende. Ci trovate, per spiegazioni e suggerimenti, alla mail aperta per l’occasione: tiattenda@gmail.com

La partecipazione è riservata ai Soci CAI in regola con l’iscrizione e ad ogni spesa viva provvedono direttamente i partecipanti, (promotori compresi).

 

VOLANTINO

CHIUSURA ESTIVA SEGRETERIA CAI BOLOGNA

La Segreteria di Via Stalingrado, 105 chiusa dal 05/08/2021 al 31/08/2021 compresi     ....

La Segreteria di Via Stalingrado, 105 chiusa dal 05/08/2021 al 31/08/2021 compresi

 

 

Inaugurazione “Le Vie del Sole trekking” intorno ai boschi di Cereglio

Il CAI Bologna ha contribuito alla realizzazione della "Via del Sole" a Cereglio   “Le Vie del ....

Il CAI Bologna ha contribuito alla realizzazione della "Via del Sole" a Cereglio

 

“Le Vie del Sole trekking” intorno ai boschi di Cereglio“Le Vie del Sole”,  attraversano numerosi punti di interesse storico e naturalistico: ricordiamo il borgo di Suzzano, con l’affresco di Santa Caterina d’Alessandria (sec. XV), i borghetto Cavara e Monzone, la chiesa di San Biagio, l’antica Pieve di Roffeno, il borghetto di Permigno, Monte Pero, il lago d’Ecchia, Monte Pigna con i suoi percorsi didattici e ovviamente, gli infiniti boschi di querce e faggi che si mescolano a tratti impercettibilmente e i panorami mozzafiato sulla vallata.

Sono cinque i percorsi de “Le Vie del Sole”, ognuno di un colore diverso e con diversi gradi di difficoltà. Si passa da quello più semplice, adatto a tutti, anche a bambini e a camminatori non troppo esperti, a quello più performante di 30 km con un dislivello di oltre 1400 metri. Per la maggior parte attraversano boschi e campi, in minima parte corrono sull’asfalto.

I PERCORSI

  • percorso Pink Run: 5.5 km, adatto a tutti, facile
  • percorso Blue Run: 12 km, medio
  • percorso Green Run: 14 km, medio
  • percorso Red Run: 17 km, impegnativo
  • percorso Black Run: 30 km, difficile

Camminare sui sentieri de “Le Vie del Sole” è semplice e sicuro: presso gli esercizi commerciali del paese si potrà acquistare la mappa in formato cartaceo con i tracciati di tutti i percorsi. Ogni singola Via, inoltre, possiede anche il formato GPX, scaricabile su ogni dispositivo dotato di navigatore. Per ottenere le mappa in questo formato basta scrivere un messaggio sulla pagina della Pro Loco Cereglio.

Come le mappe, anche le credenziali de “Le Vie del Sole” sono acquistabili dagli esercenti ceregliesi. Le credenziali sono tesserini personali su cui i camminatori sono invitati ad annotare le escursioni completate. Saranno proprio i negozianti del paese ad attaccare il bollino “completato” sul relativo percorso, ma solo dopo che l’escursionista avrà mostrato la foto scattata presso il selfie check-point.

 

Da RENONEWS

E quindi uscimmo a riveder le stelle.

La buia coltre stesa dal COVID si va diradando, non ne siamo fuori del tutto, occorrono ancora vacci ....

stelle

La buia coltre stesa dal COVID si va diradando, non ne siamo fuori del tutto, occorrono ancora vaccini, precauzioni e distanziamento, ma possiamo riprendere la vita di prima.

La passione per le alte terre, che la pandemia ci ha costretto a praticare quasi in segreto, e per vie traverse, può nuovamente essere coltivata in tutta la sua interezza.

Chi ama la montagna cerca soddisfazione di un bisogno interiore profondo, ma, solitamente, ama anche condividere le sensazioni che l’andar per monti regala. Anche se pare contraddittorio, visto che la corda può legare 2, massimo 3 persone, lo spirito di gruppo che si crea tra gli alpinisti è fortissimo, perfino eccessivo, talvolta.

Per questo, tra le cose che il COVID ci ha tolto è che è ora di riprenderci, c’è il ritrovarsi della comunità degli alpinisti che negli anni si era costruita intorno al CAI di Bologna e alle sue Scuole.

Il mercoledì sera in sede non era soltanto il giorno dedicato alle lezioni teoriche dei corsi, ma anche un’occasione per ritrovarsi per chi a quelle lezioni aveva già partecipato. Si veniva perché spinti dalla voglia di fare quattro chiacchiere, per ritrovare amici, per respirare l’aria di montagna attraverso racconti e gli aneddoti sulle vie, su eventi, su tecniche alpinistiche.

Ora la tradizione può riprendere, e il mercoledì sera ritornare ad essere uno scalo accogliente per i naviganti della montagna. Per scambiarsi esperienze, per far nascere progetti, per cementare nuove cordate.

Anche se ormai la stagione estiva è alle porte, sarebbe bello andare in ferie sapendo già che tutte le esperienze e i propositi che nasceranno nelle prossime settimane potranno avere, alla ripresa, una occasione di condivisione.

Così MERCOLEDÌ 7 Luglio, alle 21, la sede CAI di Via Stalingrado 105 sarà di nuovo aperta.

Distanziati, con mascherina se necessaria, (pure con qualche birra in frigo).

PER RIPARTIRE

Italia K2

RIPRESE DI MARIO FANTIN 27 LUGLIO PIAZZA MAGGIORE Nel 1954 il CAI (Club Alpino Italiano) patrocina ....

RIPRESE DI MARIO FANTIN 27 LUGLIO PIAZZA MAGGIORE

Nel 1954 il CAI (Club Alpino Italiano) patrocina una spedizione, diretta dal geologo Ardito Desio, che riuscirà, per la prima volta, il 31 luglio, a raggiungere il K2 nella subcatena del Karakorum.

Al seguito della spedizione era l’operatore e regista Mario Fantin, già conosciuto per le sue imprese fotografiche e cinematografiche in ambito alpinistico.

VEDI LOCANDINA E SCHEDA DEL FILM

https://festival.ilcinemaritrovato.it/proiezione/italia-k2-riprese-di-mario-fantin/

4° CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI REGIONALI TAM Tutela dell’ambiente montano – Emilia Romagna

LA TUTELA DELL’AMBIENTEAndare in montagna significa conoscerla e amarla, dunque difenderla: non è ....

LA TUTELA DELL’AMBIENTE
Andare in montagna significa conoscerla e amarla, dunque difenderla: non è difficile trovare una relazione
diretta tra lo studio di un ambiente, la sua conoscenza ed il prodigarsi per la tutela di un qualcosa che ha un
valore incalcolabile e che, una volta conosciuto e apprezzato, difficilmente si sente estraneo. Dietro le
apparenze grandiose si nasconde un ambiente fragile nei suoi equilibri, che soffre il turismo di massa,
l’inquinamento, lo sfruttamento indiscriminato di tutte le sue risorse, ... La tutela di queste risorse, il
rispetto e lo sviluppo sostenibile di queste aree costituiscono un dovere che il CAI, riconosciuto dal
Ministero dell'Ambiente quale associazione ambientalista di interesse nazionale, ha nel cuore. “Tutela”
significa prendere coscienza che siamo parte di quello stesso ambiente che minacciamo e che distruggendo
l’ambiente non facciamo altro che distruggere noi stessi.

Leggi tutto ....

A TUTTI I FREQUENTATORI DI PARCHI, BOSCHI, CAMPI: VI INVITIAMO A LEGGERE LE SEGUENTI INFORMAZIONI RIASSUNTE ASSIEME A MEDICI SPECIALIZZATI RIGUARDANTI LE ZECCHE “DEI BOSCHI” :

visto il periodo mi sembra opportuno far girare e pubblicare sui siti CAI questo volantino aggiorna ....

Promozione Sentiero Italia una iniziativa da costruire insieme

  Il Sentiero Italia è un cammino che si sviluppa per circa 7.000km lungo le dorsali montuose c ....

 

sentiero italia logo

Il Sentiero Italia è un cammino che si sviluppa per circa 7.000km lungo le dorsali montuose che attraversano da nord a sud e da est a ovest la nostra penisola, Sicilia e Sardegna comprese.

 

VEDI DESCRIZIONE COMLETA