COMMISSIONE SENTIERI E CARTOGRAFIA

Presentazione generale della sentieristica

La rete dei percorsi escursionistici di Bologna si snoda dalla pianura al crinale Tosco Emiliano ed offre molte possibili combinazioni escursionistiche di diverse difficoltà. La sua sopravvivenza è affidata alla buona volontà dei soci CAI e di tutti coloro (privati, associazioni) che sono disposti a mettere a disposizione parte del loro tempo e dei loro talenti. L'opera dei volontari coordinati dal CAI ha consentito di cartografare e recuperare una rete di percorsi di circa 1700 Km. Si tratta di 258 sentieri segnalati e 7 trekking curati dalle sezioni CAI di Bologna, Imola e Porretta ed in piccola parte dalle amministrazioni locali.

Come posso rendermi utile?

All'interno della Sezione opera un Gruppo di soci che effettua questo servizio per la comunità degli escursionisti e frequentatori delle nostre montagne. Anche tu puoi aiutarci a mantenere in efficienza la rete escursionistica; in particolare puoi:

  • aderire al Gruppo collaborando nelle tue disponibilità di tempo a pianificare l'attività, gestire e monitorare i sentieri, fare rilievi cartografici e curare la progettazione e posa della segnaletica;

  • partecipare, anche in maniera non predefinita, alle uscite di manutenzione organizzate periodicamente dalla nostra Sezione;

  • costituire o aggregarti a un gruppo di volontari locali disponibili per interventi mirati nella loro zona di interesse;

  • "adottare" uno o più sentieri, ovvero assicurare almeno un controllo annuale della percorribilità, occupandoti della manutenzione minima quando necessaria e richiedendo l'intervento di una squadra di volontari per lavori più rilevanti.

Puoi aiutarci anche informando la nostra sezione di eventuali danni o problemi trovati lungo i percorsi. La tua segnalazione, eventualmente corredata di foto e di posizione rilevata con GPS, sarà prontamente verificata per valutare gli interventi necessari.

Per qualsiasi informazione puoi contattare la segreteria della Sezione nell'orario di apertura o scrivere all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Qualche informazione pratica

Le uscite per manutenzione dei sentieri programmate dal Gruppo Sentietistica si effettuano di norma nei giorni di martedìgiovedì e sabato e occupano indicativamente una mezza giornata. Tutti gli interessati a parteciparvi verranno avvisati settimanalmente via email del calendario delle attività pianificate e di sue eventuali variazioni.

Le Sottosezioni possono stabilire un proprio calendario di uscite, indipendente da quello sezionale.

Per esigenze assicurative, si richiede di comunicare la propria adesione, secondo quanto sarà indicato.

Gli interventi possono talvolta richiedere anche lavori complessi, ma normalmente si tratta di effettuare attività semplici, praticabili da tutti, con attrezzatura portata individualmente dai partecipanti o comunque fornita a cura del CAI.

Notizie ed Eventi


"Sul Monte" cerca nuovi collaboratori

La sezione, nell’ambito di un rinnovato sforzo di comunicazione, vorrebbe ricostituire il Comitato ....

La sezione, nell’ambito di un rinnovato sforzo di comunicazione, vorrebbe ricostituire il Comitato di Redazione di Sul Monte il cui compito sarebbe quello di “scrivere” e/o “far scrivere da terzi” contenuti per il nostro periodico definendo i temi dominanti di ciascun numero ( n.4 all’anno ).

I soci che fossero interessati a partecipare a quest’attività, idealmente appassionati e praticanti di almeno uno dei settori di attività della Sezione (Ciclo, Alpinismo/Arrampicata, Scialpinismo, Escursionismo, Sentieristica, ecc ), settori tutti indispensabili per diffondere una adeguata immaginedel Club, possono segnalare il loro interesse a partecipare scrivendo direttamente alla casella di posta elettronica del Notiziario - notiziario@caibo.it – o telefonando in segreteria lasciando i propri elementi di contatto.
 
Appena ricevute le vostre segnalazioni effettueremo una riunione organizzativa

Cuore e memoria a Sabbiuno sabato 23 ottobre

Attraverso le colline verso il Sacrario - trekking   programma: ore 9.15 ritrovo presso il Ponte ....

Attraverso le colline verso il Sacrario - trekking
 
programma:
ore 9.15 ritrovo presso il Ponte delle oche a Rastignano nei pressi del capolinea del bus numero 13 (ci sono due ampi parcheggi)
ore 9.30 Attraverso piste ciclabili e sentieri che presto lasciano la città alle spalle per immergersi nel paesaggio rurale e calanchivo delle nostre colline – accompagnati da esperte guide del CAI di Bologna - si raggiunge il luogo del Sacrario
ore 11.30 Arrivo e visita guidata al Sacrario e alla Casa Museo a cura di Alberto Preti storico dell’Istituto Parri.
ore 13 – pranzo al sacco
ore 14 circa – rientro
 
Note: l’iniziativa è gratuita ma è necessario iscriversi mandando una mail a
il trekking è facile e non presenta particolari difficoltà ma è importante avere calzature adeguate tipo trekking. Consigliata una scorta d’acqua.
I partecipanti saranno coperti da un’assicurazione a cura del Comitato per le Onoranze ai Caduti di Sabbiuno
 
In caso di pioggia l’iniziativa sarà annullata
info: 3392886591

sulle tracce degli etruschi: presentazione dell’itinerario in bicicletta

  Il gruppo Ciclo-escursionismo del CAI Bologna ha realizzato il ciclo itinerario “Sulle tracce ....

 

Il gruppo Ciclo-escursionismo del CAI Bologna ha realizzato il ciclo itinerario “Sulle tracce degli Etruschi”, un percorso, di recente inserito in Tourer.it, dall’Adriatico al Tirreno attraverso i luoghi di questa antica civiltà.

VEDI IL PROGRAMMA

APPELLO PER MANUTENZIONE BADOLO

Scrivo questo post con la speranza che alcune persone possano rendersi disponibili LEGGI TUTTO ....

Scrivo questo post con la speranza che alcune persone possano rendersi disponibili

LEGGI TUTTO

IL CAI TI ….. BIVACCA (Cima d’Asta 23/24 Ottobre 2021)

I tendatori si sono trovati, si sono organizzati e, fatto il primo passo, la carovana si è messa in ....

caitibivacca

I tendatori si sono trovati, si sono organizzati e, fatto il primo passo, la carovana si è messa in moto. E il
viaggio continuerà. Dopo l’attendamento estivo al Gran Sasso stiamo già programmando l’accampamento
invernale, a base di neve, slitte, trune e vin brulè (aspettiamo solo che il meteo ci dica cosa vuol fare
nell’inverno 2021/2022).


Vogliamo però esplorare da subito anche altre variazioni del tema “contare su se stessi”. Cioè il piacere di
battere vie poco frequentate, lontani dai più conosciuti percorsi ma comunque in grado di offrire le stesse, se
non più profonde, emozioni. Arrivare alla vetta dal versante meno agevole, pernottare in bivacco e/o in
tenda, sfamarsi con vino e cibo dal nostro zaino non perché ci si sente diversi da chi segue le vie più
classiche e và per rifugi, ma per vivere la montagna con più intensità e diretto contatto.

 

PROGRAMMA COMPLETO

LE COLLINE FUORI DELLA PORTA 2021

Torna, per il quindicesimo anno consecutivo, il programma di passeggiate ed escursioni nelle colline ....

Torna, per il quindicesimo anno consecutivo, il programma di passeggiate ed escursioni nelle colline che si alzano a ridosso di Bologna e in tanti altri luoghi del territorio bolognese.

VEDI IL PROGRAMMA

La coesistenza millenaria tra uomo e grandi carnivori

  L'intento principale del convegno, di sabato 16 ottobre ad Alvito in pronvicia di Frosinone, è ....

 

L'intento principale del convegno, di sabato 16 ottobre ad Alvito in pronvicia di Frosinone, è quello di offrire l'opportunità di conoscere e comprendere la realtà millenaria di convivenza tra uomo e predatori selvatici.

VEDI IL PROGRAMMA

...LUNGO LA LINEA GOTICA

Mappati per il CAI 175 chilometri di percorso dal Corno alle Scale a Riolo Terme, sulle orme dei par ....

Mappati per il CAI 175 chilometri di percorso dal Corno alle Scale a Riolo Terme, sulle orme dei partigiani.

Complimenti Vito!

e buon lavoro per i prossimi mesi a te e a tutti i nostri sentieristi che completeranno questo importante tratto della Linea Gotica.

VEDI ARTICOLO

Inaugurazione “Le Vie del Sole trekking” intorno ai boschi di Cereglio

Il CAI Bologna ha contribuito alla realizzazione della "Via del Sole" a Cereglio   “Le Vie del ....

Il CAI Bologna ha contribuito alla realizzazione della "Via del Sole" a Cereglio

 

“Le Vie del Sole trekking” intorno ai boschi di Cereglio“Le Vie del Sole”,  attraversano numerosi punti di interesse storico e naturalistico: ricordiamo il borgo di Suzzano, con l’affresco di Santa Caterina d’Alessandria (sec. XV), i borghetto Cavara e Monzone, la chiesa di San Biagio, l’antica Pieve di Roffeno, il borghetto di Permigno, Monte Pero, il lago d’Ecchia, Monte Pigna con i suoi percorsi didattici e ovviamente, gli infiniti boschi di querce e faggi che si mescolano a tratti impercettibilmente e i panorami mozzafiato sulla vallata.

Sono cinque i percorsi de “Le Vie del Sole”, ognuno di un colore diverso e con diversi gradi di difficoltà. Si passa da quello più semplice, adatto a tutti, anche a bambini e a camminatori non troppo esperti, a quello più performante di 30 km con un dislivello di oltre 1400 metri. Per la maggior parte attraversano boschi e campi, in minima parte corrono sull’asfalto.

I PERCORSI

  • percorso Pink Run: 5.5 km, adatto a tutti, facile
  • percorso Blue Run: 12 km, medio
  • percorso Green Run: 14 km, medio
  • percorso Red Run: 17 km, impegnativo
  • percorso Black Run: 30 km, difficile

Camminare sui sentieri de “Le Vie del Sole” è semplice e sicuro: presso gli esercizi commerciali del paese si potrà acquistare la mappa in formato cartaceo con i tracciati di tutti i percorsi. Ogni singola Via, inoltre, possiede anche il formato GPX, scaricabile su ogni dispositivo dotato di navigatore. Per ottenere le mappa in questo formato basta scrivere un messaggio sulla pagina della Pro Loco Cereglio.

Come le mappe, anche le credenziali de “Le Vie del Sole” sono acquistabili dagli esercenti ceregliesi. Le credenziali sono tesserini personali su cui i camminatori sono invitati ad annotare le escursioni completate. Saranno proprio i negozianti del paese ad attaccare il bollino “completato” sul relativo percorso, ma solo dopo che l’escursionista avrà mostrato la foto scattata presso il selfie check-point.

 

Da RENONEWS

4° CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI REGIONALI TAM Tutela dell’ambiente montano – Emilia Romagna

LA TUTELA DELL’AMBIENTEAndare in montagna significa conoscerla e amarla, dunque difenderla: non è ....

LA TUTELA DELL’AMBIENTE
Andare in montagna significa conoscerla e amarla, dunque difenderla: non è difficile trovare una relazione
diretta tra lo studio di un ambiente, la sua conoscenza ed il prodigarsi per la tutela di un qualcosa che ha un
valore incalcolabile e che, una volta conosciuto e apprezzato, difficilmente si sente estraneo. Dietro le
apparenze grandiose si nasconde un ambiente fragile nei suoi equilibri, che soffre il turismo di massa,
l’inquinamento, lo sfruttamento indiscriminato di tutte le sue risorse, ... La tutela di queste risorse, il
rispetto e lo sviluppo sostenibile di queste aree costituiscono un dovere che il CAI, riconosciuto dal
Ministero dell'Ambiente quale associazione ambientalista di interesse nazionale, ha nel cuore. “Tutela”
significa prendere coscienza che siamo parte di quello stesso ambiente che minacciamo e che distruggendo
l’ambiente non facciamo altro che distruggere noi stessi.

Leggi tutto ....